Il Lions Club Valdichiana I Chiari ha sede nella rinascimentale Città di Montepulciano, ed è legato al territorio della Valdichiana e della Valdorcia attraverso la presenza in ben dieci comuni che appartengono a questa splendida area. Il Club, fin dalla nascita, si è fatto notare per i numerosi services che ha costruito attraverso il costante impegno dei propri officers e dei singoli soci, che hanno scelto di dare al Club una configurazione giovane e dinamica. Nelle principali iniziative e nei più importanti services, il LC Valdichiana I Chiari ha cercato e ottenuto il sostegno degli altri Lions Club presenti nella zona e riuscendo ad avere l'appoggio, sia organizzativo che di divulgazione, di altri importanti sodalizi internazionali di servizio e associazioni presenti sul territorio. La crescita del Club, sia numerica che qualitativa, è stata costante, come del resto la comunicazione dei propri intenti, sia attraverso la creazione di un sito web sia attraverso la partecipazione a trasmissioni televisive locali. Inviaci una E-mail

News dal Distretto Lions Toscana 108LA

Service Orfanotrofio Antoniano 2011

da destra il presidente Giuliano Lenni, il presidente del service Roberta Ruti
la Madre Superiora dell'Orfanotrofio e la consorte del presidente Carla Bastreghi

da sinistra Carla Bastreghi, la Madre Superiora e Roberta Ruti

Il cerimoniere del club Gabriele Rossi
Venerdì 23 dicembre 2011, una delegazione del Lions Club Valdichiana I Chiari si è recata presso l'Orfanotrofio Antoniano di Montepulciano per donare alle suore e ai bambini ospitati i regali frutto del service effettuato durante la festa degli auguri. La madre Superiora ha fatto visitare la struttura agli ospiti e, in un clima Natalizio davvero speciale, ha ringraziato il club per l'interessamento e per il sostegno all'Orfanotrofio. L'Orfanotrofio, dopo notevoli lavori di ristrutturazione, prende vita grazie a 25 orfanelle e una piccola comunità di suore che presero possesso dell’antico convento il 30 agosto del 1931. In un clima di clausura, durato fino agli anni ’50, l’orfanotrofio Antoniano ha accolto centinaia di bambine di umili origini, provenienti principalmente da centro-sud d’Italia. Dal 1935 al 1981 all’interno dell’istituto ha funzionato una scuola elementare parificata e, dal 1960 al 1973, una scuola speciale frequentata anche da bambini disabili della zona. La formazione religiosa, l’avviamento al lavoro attraverso l’insegnamento di particolari lavori femminili, l’educazione al gusto estetico attraverso il canto e il teatro sono stati gli ingredienti fondamentali che hanno permesso a generazioni di bambine di crescere e affinare la loro personalità lontano dalla miseria e dall’abbandono. Dagli anni ’70 in poi, il continuo calo delle ospiti e l’adeguamento alle nuove direttive regionali nel settore assistenziale, hanno portato alle necessarie e definitive ristrutturazioni dei locali che sono stati solennemente inaugurati il 13 giugno del 2002. Attualmente, la struttura è autorizzata ad accogliere fino ad un massimo di 12 minori e, in un’ala autonoma , 6 madri coi rispettivi figli. Una équipe educativa interna e un’associazione di volontari (Gli amici dell’Antoniano Padif) appoggia il lavoro delle Suore e dei locali servizi sociali. Il service del nostro club, attraverso l’impegno del presidente del service Roberta Ruti, è servito a raccogliere fondi per poter donare, in accordo con la Madre Superiora dell’Istituto, una serie di capi d'abbigliamento adatti ai bambini e delle madri ospitate all'interno della struttura. Un ringraziamento ai Magazzini Erregi per aver messo a disposizione la merce ad un prezzo davvero irrisorio.